Torresavelli
STORIA

Villa Sozzifanti

In prossimità di Scarperia, una stradetta che si apre sulla sinistra conduce alla sommità di Poggio Savelli, dove sorge la Settecentesca imponente Villa Sozzifanti.

Ciò che attrae subito l'attenzione è la torre alta e massiccia che costituisce lo spigolo del complesso e che si trova proprio di fronte al cancello d'ingresso. Costruita in bozze di pietra, rappresenta forse la struttura più antica, preesistente alla villa stessa. Il portale in pietra, coperto da una tettoia su mensole, reca incisa la scritta Salve Regina e fa pensare all'ingresso di una cappella, mentre la sommità è costituita da una bella loggia ingentilita da sei ampie bifore.

La facciata della villa, volta a ponente, presenta un bel portale ad arco con montanti in pietra e ben dodici finestre ripartite sui due piani. Sei maschere di terracotta decorano gli intervalli fra le finestre del piano terreno ed uno stemma dei Sozzifanti, pure in terracotta, sovrasta il portale.

Sul retro, un pozzo in bozze di pietra e coperto da una tettoia, sorge al centro di un cortile lastricato sul quale si affaccia una loggia costituita da due archi a tutto sesto. Su di essa, al piano superiore, corre un loggiato sorretto da esili colonne sulle quali poggia la travatura del tetto.

Estratto dal database dei Castelli Italiani